Capitolo 5 - Caratteri di controllo - Sequenze di escape

Alcuni caratteri speciali inseriti nel file ascii hanno lo scopo di modificare il funzionamento standard di Printfil per ottenere alcuni effetti speciali a stampa.

Conosciuti anche come Sequenze di Escape, questi codici venivano comunemente utilizzati nelle stampe in modalità testuale per ottenere speciali effetti, come il grassetto, il sottolineato, e così via.

Esistevano diversi set di Sequenze di Escape per diversi modelli di stampante, così per stampare su una Epson c'era bisogno che il programmatore inviasse alla stampante un flusso di caratteri diverso da quello necessario ad una stampante HP per ottenere la stessa stampa.

Utilizzando PRINTFIL, un singolo set di Caratteri di Controllo può essere utilizzato per produrre quegli effetti su QUALSIASI stampante Windows, indipendentemente dall'emulazione supportata (o addirittura nessuna emulazione se è una stampante Windows-only), perchè PRINTFIL traduce automaticamente i caratteri di controllo (presenti nel file ascii da stampare), nei corrispondenti Effetti Grafici corretti per la stampante selezionata, utilizzando il driver di Windows.

PRINTFIL ha il suo set di Sequenze di Escape, ma se non è possibile cambiare le sequenze contenute nel file ascii di partenza (o non lo si vuole fare), è possibile personalizzare quelle riconosciute da Printfil, inserendo i caratteri desiderati (in notazione decimale, separati da virgole) nella finestra di configurazione, o direttamente nella sezione [Sequences] del file PRINTFIL.INI (ma in questo caso dovrete riavviare Printfil per applicare le modifiche)

Se le sequenze di escape riconosciute da Printfil con combaciano con quelle integrate dall'applicazione che crea le stampe, vedrete alcuni caratteri extra stampati assieme al testo. Se conoscete già che tipo di sequenze utilizza la Vs. applicazione (Epson, HP, ...), potete selezionarle nella finestra di Configurazione -> Standard -> Escape. Se non sapete che tipo di sequenze sono, potete trovarle utilizzando la funzione di menu "Aiuto -> Dump: Ripeti Ultima Stampa". In questo modo vedrete il valore decimale in fianco ad ogni carattere nell'ultima stampa lanciata.

E' inoltre possibile utilizzare contemporaneamente diverse sequenze per ogni effetto, permettendo a Printfil di riconoscere correttamente stampe progettate per diversi modelli di stampante: Epson, HP ecc. senza modificare l'applicazione originale. Per fare questo è sufficiente separare le diverse sequenze dal carattere pipe ("|" - 124 dec.)

Ad esempio:

C:\WINDOWS\PRINTFIL.INI

[Sequences]
Bold_on=27,80,1
Bold_off=27,80,2
Ignore_Chars=26,69|27,67,66

Nel prossimo capitolo trovate la lista delle voci nel file Printfil.ini ed i valori predefiniti.

   
   
   
   
  17 Nov 2016  
  Rilasciato
Printfil 5.21
Novità
 
Stampa da DOS a USB ora! Scarica la versione di prova gratuita!
  FAQ  
  Clicca qui per visualizzare le risposte alle domande più frequenti  
  vedi anche ...  
  File In Mail: Invia automaticamente file via email